NECKARGARTACH-HEILBRONN

Neckargartach-HeilbronnFu uno dei 50 sottocampi di Natzweiler.
Venne aperto il 4 settembre 1944
. Fino al dicembre, i prigionieri lì rinchiusi furono circa 1.200. Ne morirono probabilmente 295.
La maggior parte era composta da polacchi, ma significativa era la presenza di italiani, russi e jugoslavi. Gruppi minori erano invece quelli francesi, tedeschi e lussemburghesi. Inquadrati dalla Todt (Ot) e da una società civile di ingegneria (Berger), furono impiegati come lavoratori coatti in una miniera di sale per costruire le officine di produzione della fabbrica d’armamenti AG e per rimuovere le macerie del pesante bombardamento alleato che investì Heilbronn il 4 dicembre 1944.
Tra il 28 marzo ed il 1° aprile 1945, le SS evacuarono il campo. Venne occupato dalle truppe alleate il 2 aprile 1945.

Bibliografia:
G. Schwarz, Die nationalsozialistischen Lager, Campus Verlag GmbH, Frankfurt am Main, 1997, p. 214.

Sitografia:
https://www.ushmm.org/research/publications/encyclopedia-camps-ghettos/volumes-i-and-ii-available-online